Stefano Nespor

Ha studiato giurisprudenza a Milano conseguendo nel 1971 la laurea con lode in diritto delle Comunità europee. Ha svolto attività di studio, ricerca e specializzazione in Germania (Marburg) in Australia (Canberra) negli Stati Uniti (Harvard). Ha ottenuto un contratto quadriennale di ricerca presso l’Università statale di Milano. Nel 1974 ha superato il concorso per l’accesso in magistratura e gli esami di abilitazione alla professione legale. Dal 1974 al 1977 è stato magistrato (prestando servizio a Milano e Vigevano). Dimessosi, ha iniziato l’attività professionale in Milano, occupandosi di diritto dell’ambiente, diritto dell’informatica, diritto amministrativo e diritto del lavoro. Nel 1980 ha fondato Lavoro80, rivista di diritto del lavoro. Nel 1986 ha fondato la Rivista giuridica dell’ambiente (editore Giuffré) che tuttora dirige. Ha partecipato ad un progetto gestito dal tedesco Oko-Institut e finanziato dall’Unione europea per l’assistenza giuridica del Governo del Kyrgyzstan (1996/1999). È stato inviato dal Consiglio d’Europa in Albania quale consulente della Corte suprema in occasione delle elezioni del 1996. E’ stato relatore in numerosi convegni nazionali e internazionali in materia di ambiente, di diritto del lavoro e di diritto di Internet; è stato relatore ai corsi organizzati dal Consiglio superiore della magistratura per i magistrati dal 1996 al 2012. Ha svolto attività di docenza presso le Università di Venezia e Torino. Ha partecipato quale docente a Master organizzati dall’Università di Milano, Bergamo e Siena. È componente fondatore dell’associazione Environmental Lawyers Network International (ELNI). Attualmente tiene un corso di legislazione dei beni culturali presso il Politecnico di Milano Nel 2010 ha vinto il Premio Montefeltro per il miglior libro in materia ambientale dell’anno (Il Governo dell’Ambiente, Garzanti). Collabora alle riviste Il Mulino e IlSole-24 ore e alle riviste online Federalismi e ScienzainRete. È stato membro della redazione dei Quaderni Piacentini e ha partecipato alla fondazione di Reset.